The Black Cottage • Wilkie Collins

10,00

130 pagine

ISBN: 978-88-32219-11-1

Con il racconto che dà il titolo al volume, The black cottage (1857), vengono proposti altri tre racconti in cui Collins regala atmosfere da brivido come solo lui, che è uno degli inventori del genere, può fare: La culla fatale (1861), Memorie di un figlio adottivo (1861), La confessione del primo ufficiale (1887).

COD: 978-88-32219-11-1 Categoria:

Bessie vive col padre in un piccolo e scuro cottage nella brughiera dell’Inghilterra occidentale.
Una sera suo padre la lascia da sola perché deve recarsi nel capoluogo della contea.
Bessie non ha paura di trascorrere la notte in quel luogo desolato, fino a quando due uomini non bussano alla porta del cottage.

Con il racconto che dà il titolo al volume, The black cottage (1857), vengono proposti altri tre racconti in cui Collins regala atmosfere da brivido come solo lui, che è uno degli inventori del genere, può fare: La culla fatale (1861), Memorie di un figlio adottivo (1861),  La confessione del primo ufficiale (1887).

Wilkie Collins | Londra 1960

Dopo aver intrapreso gli studi giuridici senza mai praticare la professione di avvocato, si dedicò alla letteratura in seguito all’incontro nel 1851 con Dickens, che pubblicò a puntate sulle sue riviste i romanzi di Collins, tra cui La donna in bianco (1860) che lo rese famoso. Nel 1868 scrisse La pietra di luna, considerato il primo poliziesco nel senso moderno del termine. Fu un autore molto prolifico, scrisse venticinque romanzi, più di cinquanta racconti e numerose opere teatrali.